Come realizzare una libreria mdf in poche mosse

mdf libreria

In questi giorni ti abbiamo parlato e consigliato come costruire una libreria cartongesso. Siccome la libreria è uno degli elementi d’arredo sempre presenti nelle case delle persone, ho pensato che sarebbe stato interessante parlarti anche di come realizzare una libreria mdf.

Ci concentreremo infatti sulla realizzazione di una libreria mdf che è molto più semplice da realizzare di quanto possa sembrare.
Le librerie come anticipavamo sono un elemento essenziale dell’arredamento della casa, sia nel caso che siate avidi lettori sia che le utilizziate per riporvi altro, come scatole e soprammobili, mettendo giusto qualche volume d’obbligo qua e là per ‘fare scena’.

Conosciamo l’mdf: un materiale molto versatile

Il prodotto denominato MDF, è un derivato del legno, esso rappresenta il più famoso e diffuso della famiglia dei pannelli di fibra comprendenti tre categorie distinte in base al processo impiegato e alla densità, ovvero:

  • bassa (LDF);
  • media (MDF);
  • alta (HDF);




style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-2190826148863249"
data-ad-slot="3955112618">

pannelli mdfLa materia prima utilizzata comprende molti tipi di legno, siano essi tondame, scarto o cascame di lavorazione, preferibilmente di conifera. Di questo materiale ne abbiamo già parlato tempo fa per quanto riguardava la verniciatura mdf. Proprio il successo ottenuto da questo argomento grazie a voi lettori ci ha portato ad approfondire la realizzazione di librerie anche per questo tipo di materiale.

L’operazione che permette di ottenere l’mdf può avvenire attraverso due diversi procedimenti:

  • per via secca;
  • per via umida;


Esso è utilizzato in particolare per decorazioni d’interni, ma anche nella costruzione di grandi magazzini, uffici, pannellature, boiserie.
Nonostante tutte queste caratteristiche positive , molte volte lo si identifica come qualcosa di simile al semplice cartone pressato, rinunciando a priori al suo impiego a causa di una cattiva informazione in merito.

I più informati invece sostengono che il peso specifico mdf, rappresenti un ostacolo alla realizzazione di componenti d’arredo leggeri e flessibili.
Tale supposizione si rivela però infondata in quanto sul mercato è stato introdotto l’MDF extralight, il cui peso viene ridotto ai minimi termini attraverso un particolare ciclo di lavorazione oltre all’impiego di legni leggeri.
Pur riducendo le caratteristiche di compattezza dell’MDF si ottengono leggerezze tali che ne permettono l’impiego al posto ad esempio del comune multistrato di pioppo.

La gamma dei pannelli in MDF va dai pannelli sottili ai pannelli ignifughi, sempre mantenendo una qualità di altissimo livello.
Ricordiamo inoltre che tutti i pannelli citati possono essere decorati in molti modi, oltre a prestarsi a tutta una serie di laccature sia opache che brillanti.

Vediamo come realizzare una libreria mdf fai da te

libreria mdfAdesso dopo aver fatto conoscere questo materiale anche ai meno esperti o informati, vediamo come sia semplice e veloce realizzare una libreria mdf.

Vi spiegheremo i vari passaggi da fare e tutti gli elementi necessari per farlo.
I mobili in una casa non sono mai abbastanza, non solo per la necessità di riporre oggetti ma anche perchè rendono più armonioso l’ambiente.

In questa guida vi spiegheremo come realizzare un mobile libreria mdf che si può spostare in qualsiasi angolo della casa.
La sua altezza, di soli 70/80 cm, permette infatti, di usarlo anche come ripiano vicino al divano.
Non occorre assolutamente essere un falegname per realizzarlo, bisogna solo munirsi di impegno e buona volontà.
Troverai abbastanza facilmente, tutto l’ occorrente e ripetiamo è un lavoro abbastanza semplice da realizzare.
Vediamo come costruire il mobiletto libreria mdf.

Assicurati di avere a portata di mano i seguenti elementi:

  • 6 pannelli in Mdf spessi mm 18;
  • 2 pennelli di cm 85×30, per la mensola superiore e quella inferiore;
  • 2 pennelli di cm 60×30, per i due fianchi;
  • 1 pannello di cm 81,4×30, per la mensola centrale;
  • 1 pannello di cm 1,5×81,4, per il listello frontale;
  • 4 ruote di gomma di cm 10 di diametro con perno girevole;
  • metro a rullo, matita, cacciavite;
  • 30 viti;
  • trapano da legno;
  • pennello;
  • stucco per legno;
  • primer per Mdf;
  • turapori;
  • smalto lucido oppure opaco;


Per prima cosa bisogna sapere che è possibile acquistare tutto il materiale necessario in un negozio di bricolage fornito.

Ecco come procedere passo passo:

  • Su entrambi i pannelli da cm 85×30, per il piano superiore e inferiore, segnare a matita due punti sui lati corti, a cm 5 dai lati e cm 0,5 dal bordo superiore, quindi trapanare;
  • Sui pannelli per i fianchi, da cm 60×30, segnare due punti a cm 30 dal bordo superiore e cm 0,5 dai lati e trapanare;
  • Assemblare gli elementi del mobile avvitando, attraverso i fori precedentemente praticati sui pannelli.
    La mensola superiore e inferiore ai bordi del lato corto dei due pannelli laterali;



Bisogna cercare di avere il massimo della precisione.
A questo punto bisogna posizionare il ripiano di mezzo e avvitarlo ai fianchi laterali utilizzando i fori precedentemente praticati, quindi:

  • Fissare il listello frontale, fare un foro in entrambi i pannelli laterali, a cm 3 dal bordo superiore e cm 0,5 dal bordo frontale;
  • Pratica 5 piccoli fori, con una punta apposita, alla stessa distanza uno dall’ altro, lungo il bordo superiore del corpo centrale, a cm 0,5 dal bordo frontale;


Utilizzando questi cinque fori, avvitare il listello frontale al mobile.
Per fare i buchi più velocemente si consiglia di usare un avvitatore a batteria, avendo la giusta manualità non si sbaglierà e risulterà molto più semplice e soprattutto veloce.
Ecco come completare la libreria mdf:

  • Fissare le ruote mettendone una a ogni angolo sotto la mensola inferiore del mobile, con i tasselli e le viti fornite in dotazione. Serra a non più di 4 mm, senza esagerare;
  • A questo punto non resterà che passare lo stucco per legno su ogni fessura visibile tra un pannello e l’ altro.
    Rendi lo stucco molto denso così asciugherà prima e meglio.
    Lasciare asciugare e levigare con carta vetrata e passare quindi una mano di tura-pori;
  • Quando è asciutto, passare una prima mano con lo smalto del colore scelto, lasciare asciugare e passarne un’ altra;



Un lavoro semplice, veloce e divertente pensato anche per chi ha poca dimestichezza con il fai da te.

© immagini:
pixabay.com
google.it

GUARDA ANCHE: