Cosa aspettarsi dal preventivo ristrutturazione appartamento

preventivo ristrutturazione appartamento

Hai deciso di trasferirti e di andare a vivere in un nuovo appartamento? Se hai bisogno di un preventivo ristrutturazione appartamento sei giunto nel sito giusto. Qui sul nostro portale potrai infatti trovare un articolo completo su ciò che devi prendere in considerazione quando ristrutturi un appartamento.

Il dibattito sul vivere in appartamento o in casa singola è sempre vivo. Vi basta dare uno sguardo sui forum per scoprire interessanti e discordanti discussioni in merito. Se avete deciso di trasferirvi in un nuovo appartamento o se già vivete in uno di essi, scoprite come ottenere un preventivo lavori di ristrutturazione appartamento sul nostro portale.

Vivere in un appartamento: pro e contro di questa scelta

Cosa significa concretamente vivere in un appartamento? Come detto poco fa, il dibattito in merito è sempre caldo e vivo anche nei forum di internet. C’è chi sostiene gli innumerevoli vantaggi di una scelta del genere e chi invece inevitabilmente la critica. Perché? Vi spieghiamo velocemente cosa significa vivere in un appartamento e soprattutto quali sono i pro e i contro di questa scelta.



style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-2190826148863249"
data-ad-slot="3955112618">

PRO di vivere in un appartamento:

  • Avere dei vicini in situazioni di emergenza.
    Come primo assunto non è infatti cosa da poco: quante volte vi sarà capitato di finire il caffè oppure lo zucchero? Avendo dei vicini si può sempre chiedere a questi di venirci in aiuto senza doversi spostare di casa in queste situazioni.
    Ma le situazioni di emergenza possono essere ben più gravi. Non dimentichiamoci ad esempio degli infortuni domestici o di altre situazioni gravi dove potremmo aver bisogno di aiuto quando siamo soli in casa.
  • È più facile gestire spazi ridotti.
    È sicuramente più facile avere il controllo di spazi ridotti come quelli di un appartamento piuttosto che di una casa isolata o una villetta. Inoltre se siamo le sole a doverci occupare delle pulizie o del cambio di stagione saremo più avvantaggiate e faremo meno fatica. Ricordiamoci che spesso vivere in una villetta significa non solo occuparsi degli interni, ma anche del giardino posto all’esterno. Quest’ultimo richiede non pochi sacrifici.
  • Spese di gestione ridotte.
    Questo non vuol dire che vivere in appartamento non comporti spese, anzi. Ma spesso vivere in un condominio significa suddividere le spese di gestione con gli altri condòmini.

CONTRO di vivere in un appartamento:

  • Vicini rumorosi:
    Questo è sicuramente uno dei primi motivi per cui ci piacerebbe vivere isolati. Spesso infatti potranno capitarci dei vicini rumorosi, specie nelle ore di riposo e questo potrà farci propendere per il desiderio di vivere in una casa singola o in villetta.
  • Interruzione o problemi con forniture:
    Per esperienza personale e non solo (anche leggendo le discussioni su internet) è uno dei contro principali del vivere in un appartamento che si trova in piani più alti. Infatti vivere all’ultimo piano di un condominio può significare aver problemi di pressione dell’acqua. Nel caso ad esempio di problemi o lavori sulle linee oppure nel caso di utilizzo eccessivo e contemporaneo degli altri condòmini. Inoltre bisogna tener conto di eventuali guasti all’ascensore tanto per fare un esempio. Trasportare qualcosa agli ultimi piani può risultare in questi casi difficoltoso e faticoso.


lavori di ristrutturazione Considerati quindi i vantaggi e gli svantaggi di questa scelta e siete ormai decisi a ristrutturare l’appartamento vediamo cosa occorre fare e cosa aspettarsi da un preventivo.

SCIA ristrutturazione appartamento: tutti i permessi…

Quando si decide di ristrutturare un appartamento o si inizia qualsiasi tipo di ristrutturazione bisogna attenersi alle norme stabilite dalla legge per evitare spiacevoli dispiaceri.

Cosa fare in questi casi? Prima di cominciare i lavori è opportuno presentarsi in comune e informarsi circa gli oneri da adempiere per il tipo di lavoro che intendiamo svolgere.
Infatti se non si necessita di lavori strutturali che modifichino l’assetto della casa non bisogna presentare alcuna pratica. Per ampliare una stanza o eliminare parti strutturali di essa è necessario l’avvio di una pratica.

Gli interventi di ristrutturazione di un appartamento possono essere di:

  • Manutenzione ordinaria e straordinaria: nei primi rientrano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture; in quelli di manutenzione straordinaria ricadono le modifiche necessarie per rinnovare o sostituire completamente parti strutturali della casa.
  • Interventi di restauro: comprendono gli interventi edilizi che servono ad assicurare la funzionalità dell’edificio e delle sue opere mediante il restauro e la ristrutturazione delle stesse.
  • Interventi di ristrutturazione: fanno riferimento più specificamente agli interventi di ripristino o sostituzione degli elementi costitutivi dell’edificio. Alla modifica, all’eliminazione o nuovo inserimento di impianti ed opere.


Cosa presentare: CIA o SCIA

La comunicazione di inizio attività edilizia libera (CIA) è prevista per gli interventi di manutenzione straordinaria che riguardano le modifiche dovute a demolizione o nuove costruzioni e opere dell’appartamento. Le opere non devono però riguardare parti strutturali dell’intero edificio o appartamento.

La S.C.I.A. o segnalazione certificata di inizio attività sostitutisce la DIA (dichiarazione di inizio attività) per i seguenti lavori edilizi:

  • Tutti i tipi di manutenzione straordinaria non realizzabili con CIA (vedi sopra);
  • Opere di rinnovo o sostituzione a parti strutturali dell’edificio o appartamento;
  • Opere di restauro conservativo (vedi sopra);
  • Opere che alternano in qualche modo la sagoma o quadratura dell’edificio;
  • Demolizioni, reinterri e scavi;


I lavori avviati con la presentazione della SCIA ristrutturazione appartamento dovranno essere portati a termine entro tre anni dalla data protocollata presente sull’avvio della pratica. Terminati i lavori vanno presentati in ordine:

  • Comunicazione di fine lavori;
  • Certificato di collaudo delle opere realizzate (con ricevuta della variazione catastale);


Preventivo lavori di ristrutturazione appartamento: come ottenerlo su CostOk

Per ottenere un preventivo gratuito per lavori di ristrutturazione casa sul nostro portale fai clic a lato e richiedi un preventivo immediatamente a tutte le aziende registrate su CostOk. È facile, veloce e gratuito!

Nel preventivo troverai tutte le indicazioni relative alle opere da svolgere e ai costi da sostenere. Prima però bisogna affidarsi al professionista che fa al caso nostro. Rivolgersi ad un tecnico abilitato è indispensabile: sarà quest’ultimo infatti ad incaricarsi di compiere tutte le relazioni da consegnare in Comune.

Il primo passo sarà quindi quello di incaricare un professionista tra i tanti che puoi reperire sul nostro portale. Nella lettera d’incarico che firmerete entrambi saranno indicate le prestazioni richieste, i compensi, le modalità di pagamento e i tempi per lo svolgimento delle prestazioni. Il nostro consiglio è quello di affidare non solo lo svolgimento delle pratiche amministrative e burocratiche ad un professionista, ma di affidare allo stesso anche la progettazione dei lavori e ciò che ne concerne (messa in sicurezza, aggiornamento situazione catastale, etc).

Una volta scelto il professionista è il momento di determinare il progetto. Questo sarà inevitabilmente legato alle esigenze di budget. Nel budget andranno considerati tutti i costi compreso quello relativo al compenso del tecnico stesso. La definizione del progetto avviene in stretto accordo con il tecnico che seguirà i lavori così da poter avere un aiuto professionale in merito.

Nel progetto sono da comprendere:

  • Piano di sicurezza e coordinamento: stilato dal tecnico o coordinatore della sicurezza (questi dati con i relativi documenti vanno sempre allegati ad ogni richiesta che presenteremo);
  • Computo ristrutturazione appartamento: sarà sempre il professionista a redigere il computo metrico per la ristrutturazione dell’edificio. Il documento verrà presentato alle imprese per poter stilare i preventivi definitivi;


lavori di rinnovo edificio

Infine bisognerà scegliere l’impresa a cui affidare lo svolgimento delle opere tenuto conto di tutti gli aspetti economici e dopo essersi accertati dell’idoneità professionale della stessa. Per cercare un’impresa affidati al nostro portale: richiedi un preventivo gratuito per ristrutturazione condomini.

Siete convinti allora di trasferirvi in un appartamento nuovo? Se seguirete i nostri consigli non avrete problemi con i lavori di ristrutturazione nel vostro appartamento e saprete cosa aspettarvi sia dal vivere in un appartamento che dalle imprese che si occuperanno dei lavori e delle norme da rispettare.

GUARDA ANCHE: