Costruire una casa prefabbricata su terreno agricolo

casa prefabbricata su terreno agricolo

È ormai da qualche anno che anche in Italia alla pari degli altri paesi si sta svoltando verso la costruzione di case prefabbricate e di case in legno. Proprio queste ultime sono state negli anni un argomento molto caldo su CostOk: infatti, il nostro magazine è stato sempre attento alle novità che arrivano nel nostro paese e puntualmente ci siamo preoccupati di riportarli ai voi utenti.

Il vantaggio di realizzare una casa prefabbricata è stato infatti più volte argomento di discussione sul nostro sito. Dando uno sguardo al magazine potrai trovare interessanti post a riguardo.

L’argomento su cui oggi vogliamo concentrarci è però piuttosto la possibilità di realizzare una casa prefabbricata su terreno agricolo.
Sul web si può facilmente notare che la confusione in merito a questo argomento è ampia. Per questo motivo abbiamo scelto di fare chiarezza, non soltanto sui vantaggi delle case prefabbricate che abbiamo già ampiamente trattato in vecchi articoli del magazine, ma sulla possibilità di costruire una casa su terreno agricolo e della differenza che vi è tra un terreno agricolo e un terreno edificabile.



style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-2190826148863249"
data-ad-slot="3955112618">

Costruzioni ammesse su un terreno agricolo

Come anticipato nella premessa, ci concentreremo sulla possibilità o meno di costruire case su terreni agricoli. Partiamo subito col dire che in Italia non è consentito dalla legge la possibilità di costruire una casa su un terreno agricolo. Tale possibilità non è però preclusa per alcune eccezioni che vedremo tra poco.

Per quale motivo non si può costruire su un terreno agricolo?
Se si lasciasse la possibilità di costruire anche su terreni agricoli, probabilemente le aree verdi e i terreni destinati all’agricoltura ed all’allevamento scomparirebbero definitivamente dal nostro territorio.

Le particolari restrizioni di legge consentono la realizzazione di una casa o di una struttura abitativa esclusivamente ai coltivatori diretti ed agli imprenditori agricoli, quindi delle persone che fanno delle attività agricole il proprio lavoro.

terreno agricolo
In ogni Comune italiano esiste un Piano regolatore che viene gestito in completa autonomia rispetto al governo centrale. Allo stesso modo è sempre il Comune che si occupa di concedere delle concessioni edilizie rivolte esclusivamente agli addetti ai lavori e agli operatori agricoli professionali.

Le aree destinate ad uso agricolo vanno infatti utilizzate a questo scopo e sono solamente gli imprenditori agricoli e i coltivatori diretti ad avere modo di costruire una casa su terreno agricolo. Diventare però operatori agricoli per il semplice scopo di realizzare una casa su terreno agricolo non è sicuramente una soluzione intelligente.

Se già rientri in queste categorie di persone sul nostro portale trovi aziende e professionisti specializzati nella realizzazione, progettazione e costruzione di case prefabbricate da realizzare anche su terreno agricolo. Richiedi subito un preventivo gratuito per costruzione case prefabbricate sul nostro portale e riceverai diverse offerte di preventivo.

Innanzitutto ci sono dei limiti anche alle costruzioni possibili nonostante le concessioni ed i permessi ottenuti dal comune.
Stiamo parlando in questo caso dell’indice di edificabilità di un terreno agricolo: cioè del rapporto tra metri cubi (il volume della casa) costruibili in ragione della superficie del terreno sulla quale vogliamo costruire.

Ogni terreno agricolo ha teoricamente indice di edificabilità di 0,03 mc/mq, ma ciò può variare da comune a comune ancora una volta a seconda di determinate esigenze o di vincoli paesaggistici e di aree verdi da garantire.

Un esempio su indice di edificabilità pari a 0,03: su un terreno agricolo di un ettaro, cioè 10.000 mq, significa che potremmo costruire una casa di 10.000 x 0,03= 300 mc quindi fino a 100 mq per 3 di altezza.

Questa costruzione realizzata è la cosiddetta casa di campagna o del contadino, pertanto se non siete contadini (da almeno qualche anno) e non usate i campi a coltura incorrete in abuso edilizio.

Prezzo terreno agricolo

Il prezzo terreno agricolo varia come è ovvio che sia da regione a regione. È intuibile come ci sia netta differenza tra il prezzo di un terreno agricolo e quello di un terreno edificabile. Per ovvi motivi: l’impossibilità di costruire o le particolari restrizioni a determinate categorie di persone rendono il prezzo di un terreno agricolo nettamente inferiore rispetto a quello di un terreno edificabile.

I valori agricoli medi sono determinati ogni anno dalla Commissione Provinciale Espropri, questi fanno riferimento ai valori dei terreni ‘liberi’ da vincoli di contratti agrari. Ad ogni modo è possibile scrutando questi valori farsi un’idea del costo medio di un terreno agricolo nella zona interessata.

Per visualizzare i VAM (valori agricoli medi) e scoprire il prezzo terreno agricolo che più t’interessa la sezione dedicata ad essi sul sito dell’agenzia dell’entrate.

Casa prefabbricata in legno su terreno agricolo?

Costruire su un terreno agricolo è permesso solo ed esclusivamente per le modalità sopra descritte: quindi chiariamo subito che sia nel caso di case prefabbricate in legno, paglia, muratura, insomma di qualsiasi tipo di struttura si tratti, questo non influisce sui permessi per costruire.

Realizzare una casa prefabbricata non è possibile su un terreno agricolo se non seguendo e rientrando nei canoni previsti dalla legge e del proprio Comune. Molti reputano le case in legno o paglia strutture non comparabili alle normali abitazioni in muratura: ciò non è affatto vero e le abitazioni di questo tipo sono considerate a tutti gli effetti dei normali edifici per questo motivo vietati e abusivi se non si rientra nelle particolarità di legge richieste.

casa prefabbricata in legnoInoltre anche le case mobili (come roulotte e simili) possono presentare particolari difficoltà in questi termini: le difficoltà si presentano nel momento in cui infatti vengono richiesti gli allacci delle utenze che in alcuni casi vengono negati o altrimenti rendono l’abitazione edificio a tutti gli effetti e quindi richiedono inevitabilmente le adempienze sopra descritte.

Ad ogni modo il consiglio che continuiamo a darvi già da tempo è quello di valutare bene la scelta dei materiali per la costruzione di una nuova abitazione.

Spunti interessanti potrete trovarli leggendo il nostro articoli sulle case in legno prezzi chiavi in mano: i vantaggi di una casa prefabbricata di legno sono notevoli, dal costo ridotto (a seconda della classe energetica che scegliamo) all’efficienza energetica garantita che avrete negli anni, ma soprattutto alla qualità delle componenti.

Quindi in conclusione, per poter costruire su un terreno agricolo bisogna:

  • essere un operatore del settore agricolo: quindi un coltivatore diretto o un imprenditore agricolo altrimenti registrarsi ed adempiere agli oneri e gli obblighi per ottenere i permessi;
  • possedere un terreno adatto alle esigenze che abbiamo;
  • valutare il Piano Regolatore comunale, quindi gli indici di edificabilità ed altri vincoli ed oneri per ottenere i permessi di costruire; infine, richiedere il permesso di costruire;

Secondo alcuni è molto più conveniente trovare un terreno agricolo con casa annessa e da ristrutturare. Spesso ristrutturare conviene maggiormente che costruire, soprattutto nel caso di recupero di vecchie abitazioni agricole e di incentivi alla ristrutturazione da parte dello Stato per questo tipo di costruzioni.

Per maggiori informazioni sul nostro portale potrai richiedere un preventivo gratuito per ristrutturazione casa, cosa aspetti?
Valutare bene tutte le alternative è la cosa principale da fare prima di progettare se costruire, acquistare e infine cominciare i lavori per realizzare una casa prefabbricata su terreno agricolo.

GUARDA ANCHE: