Impianto antenna tv: focus sull’antenna logaritmica

antenna logaritmica

Abbiamo visto in un precedente articolo del magazine l’importanza dell’impianto antenna tv. Ribadiamone il funzionamento principale prima di procedere con il focus sull’antenna logaritmica.
Attraverso un impianto antenna tv noi riusciamo ad intercettare o più tecnicamente captare i segnali che vengono emessi da apparecchi trasmittenti. Questi vengono poi decodificati attraverso i decoder, i televisori e trasformati in video e suono così da permetterci la visione degli stessi.

Tutte le componenti di un’impianto antenna tv le trovate spiegate esaustivamente nell’articolo sopra citato. In questo nuovo post del nostro magazine, ci occuperemo delle antenne logaritmiche. Va detto infatti che le antenne sono disponibili in diversi tipi, a seconda della trasmissione. Tra i diversi tipi troviamo appunto le antenne logaritmiche.

antenna logperiodica



style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-2190826148863249"
data-ad-slot="3955112618">

Prima di procedere col focus specifico su questa tipologia di antenna tv, vi ricordiamo che sul nostro portale potrete trovare numerose aziende e professionisti a cui chiedere aiuto: richiedere un preventivo gratuito è semplice ed immediato su Cost Ok. Ad esempio, se vi trovate in Lombardia e intendete richiedere un preventivo gratuito in provincia di Bergamo basterà che vi registriate al nostro sito, seguiate la procedura e in pochi passaggi potrete richiedere una serie di preventivi gratuiti alle aziende e ai professionisti presenti sul nostro portale.

Focus: Antenne logaritmiche

Le antenne logaritmiche (o logperiodiche) sono particolari tipologie di antenne. La loro origine è di tipo militare, fecero la loro comparsa infatti durante la guerra. I successivi sviluppi hanno portato le antenne logperiodiche ad essere utilizzate più comunemente come antenne tv. L’esigenza era quella di avere antenne che fossero allo stesso tempo robuste e stabili, ma leggere. La loro evoluzione a larga banda di frequenza ha fatto si che trovaressero applicazione nel campo delle telecomunicazioni e più specificamente nel campo delle antenne tv.
Una delle caratteristiche più peculiari di questo tipo di antenna è proprio la larga banda di frequenza (bande SHF che arrivano anche a 4 Ghz) e sono in grado di avere buoni valori di guadagno.

Il guadagno (o gain) si esprime in decibel (dB): questo valore rappresenta la capacità che l’antenna tv ha di trasformare il segnale elettromagnetico in un segnale elettrico. Questo valore aumenta all’aumentare della frequenza ed è attraverso il valore di guadagno che possiamo renderci conto di quanto sia potente un’antenna.

Antenne logaritmiche: caratteristiche e peculiarità

Questo tipo di antenna, l’antenna logaritmica presenta un discreto rapporto avanti indietro. Il rapporto avanti indietro consiste in un valore sempre espresso in decibel (dB) che misura il rapporto tra gain nella direzione di massima ricezione e gain misurato nella direzione esattamente opposta. Presentano inoltre un guadagno basso (ma buono) e pressoché lineare, e grazie al loro largo angolo di apertura vanno più che bene in zone in cui il segnale è forte e pulito oltre che dove i ripetitori non sono perfettamente allineati.

Le antenne logaritmiche sono estremamente pratiche, economiche e facili, esistono in più modelli:

  • VHF+UHF 3°+4°+5°;
  • VHF 3°;
  • UHF 4°+5°;
  • UHF 4°;
  • UHF 5°;

Antenna logaritmica e digitale terrestre

Molti si domandando sempre più spesso se questo tipo di antenna tv funzioni anche con il ddt. Le antenne logaritmiche funzionano anche con il digitale terrestere ovviamente essendo quest’ultimo sempre un segnale che presenta le stesse caratteristiche.
Va chiarito infatti che tutte le antenne sono adatte al segnale sia analogico sia digitale ed i miglioramenti (tipo connettore F o diversa disposizione di elementi) sono migliorativi in entrambe i casi. Il connettore F, ad esempio, garantisce una maggiore schermatura in un punto delicato, quale il dipolo più esposto a rumori impulsivi e simili di frequenza diversa da quella di funzionamento dell’antenna stessa.

antenna logaritmica logperiodica

L’antenna logaritmica come visto va dunque bene in molti casi. Risulta peraltro economica come spesa da sostenere, ma ci teniamo a dire che è un’antenna particolare e che va provata in campo per sapere effettivamente se la ricezione è buona.

La particolarità di questa antenna logaritmica è spesso sottolineata in rete anche da appassionati o da antennisti professionisti. Uno dei contro di questo tipo di antenna è forse dato proprio dalla particolarità costruttiva delle due culle che fanno da dipolo. Piazzare il connettore F e magari anche un pezzo di cavo buono al suo interno può dare notevoli problemi a determinate frequenze, come ad esempio delle onde stazionarie che creano dei notch (ovvero delle forti attenuazioni o buchi) a determinate frequenze.

Per questo motivo vi ricordiamo che se avete bisogno di antennisti o professionisti esperti in materia potrete gratuitamente effettuare la registrazione sul nostro sito ed entrare in contatto con aziende e professionisti della vostra zona: se vivi ad esempio in Lombardia e cerchi un preventivo gratuito in provincia di Milano, registrati e fai richiesta di una serie di preventivi che potrai liberamente consultare e decidere senza impegno quale accettare!

© immagini:
wikimedia.org

GUARDA ANCHE: