Lo stile shabby chic: origine e successo!

stile shabby chic

Quando dici shabby chic è come se dicessi fai da te. Ma realmente cosa intendiamo con questo termine?
Se ne sente spesso parlare. Sui forum al femminile si trovano numerose discussioni a riguardo; ma sicuro di avere chiare le idee shabby chic? Ti spiego con più precisione di cosa si tratta in questo nuovo articolo del nostro magazine.

Arredamento shabby chic: alzi la mano chi non ha mai sentito questo termine!
La traduzione letterale di shabby chic corrisponde a ‘invecchiato’, ‘usurato’, ‘trasandato’, insomma uno stile che sembra abbandonato a se stesso che negli ultimi anni ha avuto molta tendenza nel campo dell’arredamento.
Va subito detto che non è uno stile dismesso e abbandonato realmente a sé, in realtà lo shabby chic è molto curato.

Ma come possiamo realizzare questo stile facilmente in casa nostra? Se cerchi consigli shabby chic e stili d’arredo di tendenza, sul nostro portale hai la risposta a ciò che fa per te. In questo articolo voglio spiegarti brevemente in cosa consiste lo stile shabby, come applicarlo in casa tua e quali accorgimenti seguire.

Cultura shabby – Tecnica shabby: dove inizia tutto?

mobili shabby chic



style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-2190826148863249"
data-ad-slot="3955112618">

Dove nasce lo stile shabby chic? Prima di immergerci nell’universo shabby, ti spiego brevemente la storia di questo stile. Dove nasce precisamente e come si è diffusa la cultura shabby?

Lo stile shabby è nato pochi secoli fa nelle abitazioni di campagna della Gran Bretagna. In queste case infatti troviamo la genesi di questo stile: elementi antichi come mobili con evidenti segni di usura che venivano riutilizzati e rimessi a nuovo con nuove pitture dall’effetto polveroso erano molto comuni all’epoca.
In queste abitazioni trovavamo anche grandi lampadari dallo stile signorile, tende con colori pastello, parati antichi.

È dalla rivisitazione e dall’imitazione di questo buon gusto inglese che la cultura shabby si è fatta spazio sempre più tra gli interior design. Pronti a ricercare e a riportare al successo ciò che un tempo era di ‘moda’, hanno diffuso nuovamente questo stile.

Nel 1980 la nota rivista di interni “The world of Interiors” utilizzò questo termine per la prima volta diffondendolo a macchia d’olio in poco tempo tra i cultori degli arredi per interni di tutto il mondo.

Il successo dello stile shabby chic: l’upcycling

Cominciamo a capire il successo dello shabby chic da cosa deriva. Questo stile infatti è in molto in voga anche tra i vip ed i personaggi dello star system. È uno stile d’arredo, dove tutto ciò che è presente, dai mobili, agli accessori, ai soprammobili e gli arredi sono logori ed invecchiati. C’è chi sostiene che un elemento più sia consumato ed usurato più si adatti meglio allo stile shabby.

In realtà parte del successo dello shabby chic è data dalla possibilità di utilizzare un vecchio mobile o elemento di arredo, tale tecnica è detta upcycling. L’economicità dello shabby ha quindi garantito il successo tra le fasce medie soprattutto per le possibilità economiche accessibili dettate da questa tendenza.

Ti chiederai a questo punto: allora, per un effetto shabby chic va bene qualsiasi mobile e arredo usurato?
Scoprilo continuando a leggere il nostro articolo dove ti spiego come scegliere i mobili e gli arredi giusti per ottenere lo stile desiderato, anche col fai da te.

Su CostOk hai la possibilità di richiedere un preventivo gratuito per interior design ad uno dei professionisti iscritti al nostro sito web. Ad esempio, vivi in Friuli? Richiedi subito un preventivo gratuito in provincia di Venezia e in poche ore potrai confrontare una serie di preventivi per il lavoro che t’interessa.

La scelta dei mobili shabby chic

Lo stile shabby chic è uno stile ricercato anche tra i vip. Ma non tutto ciò che è vecchio e usurato è shabby! Sia chiaro.
Ora ti spiego come scegliere mobili shabby per la tua casa. A tal proposito va detto che bisogna imparare a scegliere i mobili più adatti a questo stile e più adatti al fai da te.
I mobili ricchi di intarsature ed ornamenti sono quelli che più si adattano a questo stile. Essi rappresentano al meglio un’età passata, esprimendo al meglio l’effetto vecchio. E proprio lo shabby chic permette ad un mobile vecchio di rivivere, di avere una nuova possibilità e ci permette di utilizzare mobili che altrimenti andrebbero buttati.

A questo stile shabby non si adattano bene ovviamente i mobili moderni con tagli lineari. Prediligi quindi i mobili antichi, più lavorati, con i segni del legno e del tempo. Con il fai da te, se sarai bravo, riuscirai ad esaltare queste caratteristiche antiquate. Il gioco di colori sarà importante. Continua a leggere il nostro articolo sullo stile shabby chic. Tra poco ti spiegherò che effetto ricercare con i colori!

Colori shabby chic: ottenere lo stile shabby chic fai da te!

parati shabby chicIntendi ottenere questo stile shabby chic fai da te? Bene. È arrivato il momento di parlare dei colori come promesso.
L’upcycling di cui parlavamo viene ottenuto principalmente verniciando e ridipingendo questi mobili antichi, logori o usarati con nuove tonalità. Come scegliere il colore shabby per i nostri mobili?

I mobili di legno vanno verniciati utilizzando principalmente il bianco e le sue numerose sfumature. Colori dall’effetto polveroso e antico sono molto adatti. Tra questi vi sono sicuramente il color tortora e pastello. Anche il beige e l’avorio assieme al grigio chiaro sono i colori più utilizzati in tal senso. Non si utilizzano mai colori accesi o forti, l’effetto antico e invecchiato va ottenuto proprio ricreando una sorta di effetto strato di polvere sulla superficie.

Scelto il colore adatto alla nostra abitazione e trasformato il mobili come desiderato, occorre ricercare le decorazioni shabby. Creare l’effetto usurato sui mobili antichi è semplice: come fare? Patina di polvere, vernice scrostata, segni di usura, sono facilmente ottenibili manualmente donando al mobile uno stile vecchio per riportarlo quanto più vicino allo stile shabby chic che vogliamo ottenere.

Per ottenere un arredo shabby convincente dovrete ricreare l’atmosfera tipica delle case antiche. Magari proprio quella delle antiche case della Gran Bretagna, dove tutto ha avuto origine.
Come fare? Molti interior design hanno fornito consigli su come ottenere un effetto arredo shabby in casa.

Per quanto riguarda la cucina utilizzate utensili antichi, set di piatti e di posate antichi. I servizi di porcellana vecchi sono sicuramente quelli da prediligere maggiormente. Adagiate le stoviglie in credenze antiquate, proprio in stile shabby. Utilizzate una bilancia vecchia, un tagliere rustico ed altri elementi che con lo stile moderno sono finiti in disuso.

In camera da letto immancabile un letto con ornamenti antichi, con legno usurato, un cassettone antiquato come quello che in casa aveva la vostra nonna.

Per quanto riguarda il salotto utilizzate lampadari antichi, sfarzosi, grossolani con evidenti segni del tempo. Poltrona o poltroncina di pelle usurata farà molto shabby. Utilizzate cornici con molti ornamenti intorno ai dipinti o quadri appesi al muro.
Molto diffuso l’uso delle candele su candelabri antichi per decorare l’ambiente e richiamare il passato, rafforzando l’idea shabby.

© immagini:
pixabay.com
graphicstock.com

GUARDA ANCHE: