Parquet rovere sbiancato: un’essenza pregiata

parquet rovere sbiancato

Una tipologia di pavimento molto scelta negli ultimi anni dagli italiani è sicuramente il parquet. Proprio l’essenza di questo materiale sembra essere alla base del tanto successo riscosso da questo pavimento. Grazie al calore trasmesso e agli effetti trasmessi allo stato d’animo delle persone oggi sempre più persone decidono di adottarlo nella propria abitazione.

Il largo utilizzo degli ultimi anni è da imputare alle tante tecniche di lavorazione introdotte nel corso del tempo che hanno permesso di utilizzare sempre più essenze del legno, di donare nuove colorazioni o effetti al legno scelto oltre infine a ridurre notevolmente i costi. Tra le tante tipologie ed essenze, su tutte spicca il pavimento in parquet rovere sbiancato.

In questo post, approfondiremo le caratteristiche legate al rovere chiaro o sbiancato e cosa differenzia questa essenza da altri legni. Vi suggeriremo infine un articolo che vi permetterà di conservare nel tempo le caratteristiche del legno attraverso la manutenzione e la levigatura.

Rovere sbiancato: un’essenza superiore

Chi non conosce la versione naturale del rovere? Quella bruna e scura per intenderci.
Possiamo oggi grazie alle tecniche e ai trattamenti speciali dimenticare o far posto al rovere sbiancato, una nuova ‘essenza’, fatta di finiture e colorazioni particolari che vi cattureranno a prima vista.

Innanzitutto, va ribadito che il grande successo del parquet lo si deve ai suoi effetti sull’animo e i sentimenti delle persone: il legno restituisce calore, specie in inverno, ma soprattutto permette a chi lo sceglie di sentirsi in una naturale simbiosi con la natura.
Una scelta che restituisce secondo gli esperti i suoi benefici nel tempo: innanzitutto perché sostenibile ed eco-friendly.

rovere sbiancato



style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-2190826148863249"
data-ad-slot="3955112618">

Il grado di sbiancatura, questo il nome dato al processo di lavorazione del rovere, rispetto al colore originario dipende da diversi fattori: durante il trattamento sarà infatti possibile decidere quale tonalità di bianco e quindi quale grado di sbiancatura far acquisire al rovere. A seconda della vernice inizialmente utilizzata sarà possibile graduare le quantità in maniera tale da far tendere il pavimento ad un bianco panna oppure ad un bianco dai toni più freddi.

La sbiancatura del legno può avvenire con diversi metodi e tecniche:

  • segatura;
  • piallatura;
  • rovinio;
  • moschettature;
  • martellature;


Ma non soltanto queste tecniche. Per questo motivo possiamo definire altre e varie tipologie di parquet rovere sbiancato:

  • sbiancato neve: il processo di denaturazione del colore è più intenso rispetto allo sbiancato tradizionale (la tipologia classica, diciamo) in modo tale da far risaltare l’effetto bianco marcato;
  • sbiancato spazzolato: con questa tecnica sarà eliminata dal legno la sua parte più tenera. Questo procedimento dona al parquet rovere sbiancato spazzolato un aspetto ancora più naturale, risultando ruvido al tatto;
  • classe Cerchio: sull’essenza dopo il trattamento non sono presenti i nodi del parquet;
  • classe Quadrato: su questa essenza sono presenti i nodi e le piccole stonalizzazioni di colore;


Se scegliamo di installare un parquet moderno dobbiamo scegliere quello in classe Cerchio, altrimenti per un effetto più rustico o naturale, il nostro consiglio è quello di utilizzare il classe Quadrato.
La scelta dunque sarà connessa e contemperata con l’arredamento della nostra casa.
Un parquet in laminato rovere sbiancato è sicuramente un pavimento particolare, ma si adatta molto bene a diverse tipologie di arredo e alle varie combinazioni di colori. Dunque a seconda che si opti per uno stile moderno o rustico, faremo la nostra scelta.

Le combinazioni cromatiche offerte dalla scelta di questo pavimento risultano fantastiche e sorprendenti: potrete mantenere un ambiente neutro, dosando i vari contrasti cromatici e tenendo conto anche delle condizioni di luminosità dell’ambiente; scegliere mobili scuri per far risaltare agli occhi il contrasto con il rovere chiaro del pavimento.

Posa del parquet rovere sbiancato

Quando si sceglie un parquet per la propria casa abbiamo già consigliato di rivolgervi ad un professionista serio. L’esperienza di un esperto parquettista servirà ad indicarvi la migliore soluzione per la vostra casa. Combinerete al meglio i giochi di luce e di colore e manterrete una determinata consonanza tra pavimento, pareti ed arredo.

albero rovere

Per i lavori di scelta e posa del parquet potrete richiedere un preventivo gratuito per parquettisti direttamente sul nostro portale.
E l’invito a rivolgervi ad uno degli esperti professionisti che potete trovare su CostOk diventa ancora più vigoroso se pensiamo alla posa del parquet in rovere. Essendo questa un’essenza tra le più pregiate ed eleganti non potrete rischiare di affidarvi a chiunque per la sua installazione.

È possibile scegliere tra due tipi di posa:

  • la posa incollata: viene realizzata incollando le varie doghe al massetto sottostante. In questo modo il parquet ridurrà il rumore tipico del calpestio;
  • la posa flottante: si adopera maggiormente per i grandi formati. Si incollano soltanto le doghe l’un con l’altra senza incollarle al massello;


Come promesso, vi lasciamo consigliandovi due approfondimenti per scoprire come avviene la levigatura parquet e come impermeabilizzare il legno.

© immagini:
pixabay.com
google.it

GUARDA ANCHE: