Vantaggi di scegliere il pavimento galleggiante

pavimento flottante magazine costok

Quando ci troviamo ad installare un nuovo pavimento ci può essere proposto, a seconda del progetto, la possibilità di posare un pavimento galleggiante. Tra le tante tipologie di pavimento di cui vi abbiamo parlato in passato, il pavimento sopraelevato è sicuramente tra i più innovativi e funzionali. Proviamo allora a capire insieme di cosa si tratta e soprattutto quand’è che possiamo sfruttare al meglio l’installazione di un pavimento flottante.

Dove è possibile installare un pavimento galleggiante

L’installazione e la posa di un pavimento galleggiante può essere effettuata sia in abitazioni sia in strutture commerciali o uffici. Proprio la sua grande versatilità gli permette di essere installato ovunque. In particolar modo questo tipo di pavimento si addice perfettamente alle esigenze che spesso si presentano nei locali commerciali: le continue modifiche a cui può essere soggetto un locale di questo tipo o un locale ad uso ufficio, fanno si che la scelta più intelligente da compiere sia proprio l’installazione di un pavimento sopraelevato.

I vantaggi funzionali che si possono sfruttare maggiormente nei locali commerciali sono non solo la sua versatilità e facilità di posa, ma innanzittutto lo smontaggio e montaggio veloce. Esso è infatti utilizzato più che altro per coprire una sotto struttura, permettendo il passaggio di cavi, tubazioni e altri impianti. Installare sottopavimento un nuovo impianto capirete che sarà in questo modo più veloce e meno costoso!

Com’è fatto un pavimento sopraelevato

Prima di scoprire insieme ulteriori vantaggi ed usi del pavimento sopraelevato e di vedere quali sono le tipologie in commercio, cerchiamo di capire com’è fatto un pavimento flottante.

pavimento galleggiante



style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-2190826148863249"
data-ad-slot="3955112618">

Il pavimento galleggiante (o flottante) fa parte della famiglia dei pavimenti sopraelevati in quanto esso non poggia direttamente sul solaio, ma si trova rialzato e sorretto da una struttura metallica.

Un pavimento di questo tipo è solitamento composto da pannelli (di misura standard) e da profili metallici che fanno da telaio e permettono il distacco dal pavimento o dalla superficie sottostante. È in questo modo che permette di conservare i vecchi pavimenti o l’installazione di impianti sottostanti alla struttura.

Abbiamo la possibilità di scegliere diverse tipologie di pannelli:


I pannelli sono stati rivisti più volte dai produttori nel corso degli anni per poterne migliorare ulteriormente il design. Inoltre la tecnologia ha permesso notevoli sviluppi per l’natisismicità di queste strutture.

Le colonnine metalliche portanti sono definite traverse: servono a migliorare la stabilità e la rigidità dell’intera struttura facendo da sostegno in caso di cedimento del pannello. La funzione principale è come detto quella di connettere i pannelli dell’intera struttura, mantenendola salda anche se vengono rimossi uno o più pannelli.

Vantaggi funzionali del pavimento flottante

L’utilizzo dei pavimenti galleggianti viene regolato dalle norme UNI 11617 e UNI EN 12825 che ha preso in considerazione i diversi aspetti funzionali o qualitativi di questa tipologia di pavimento e suggerisce le indicazioni da seguire a chi progetta ed installa queste pavimentazioni sopraelevate amovibili.
Scopo di queste norme è quello di promuovere l’utilizzo di questo pavimento nei nuovi edifici dando risalto ai suoi principali vantaggi di funzionalità e versatilità. Vediamoli insieme:

  • I pavimenti flottanti contemperano le esigenze infrastrutturali alle scelte estetiche. I vantaggi funzionali che si possono ricavare dalla posa di queste pavimentazioni riguardano l’abbattimento dei costi sia di sollevamento che di smaltimento dei vecchi pavimenti;
  • Il costo e i tempi di posa ridotti dalla conformazione di questi pavimenti: installati a secco, senza richiedere massetti o collanti particolari, permettono una posa veloce ed economica. Essa risulterà migliore nel caso di superfici di sottofondo planari. Nel caso però di superfici non perfettamente lineari sarà possibile installare lo stesso i sostegni del pavimento flottante utilizzando un materiale che autolivella la superficie originaria.
  • La struttura di questo pavimento permette di isolare acusticamente gli ambienti che sono separati dal contatto diretto con il solaio, riducendo ad esempio il rumore del calpestio.
    Inoltre è molto importante prestare attenzione alla parte inferiore del pannello in quanto la sua composizione fatta con fogli di alluminio (bilanciante inferiore) fa da contrasto all’umidita;
  • Ridurre i costi quando bisogna installare nuovi impianti o effettuare operazioni di manutenzione può risultare un vantaggio notevole se pensiamo al costo che risparmieremo sui lavori di muratura e di installazione di una nuova pavimentazione.
    La possibilità inoltre di smontare rapidamente parte del pavimento per verificare lo stato e il funzionamento degli impianti è un ulteriore vantaggio a favore di questo pavimento. Sfruttare questo vantaggio è utile in particolare nelle strutture commerciali e direzionali.
    Va ricordato che la rimozione e la posa vanno effettuate seguendo delle regole precise ed utilizzando gli appositi strumenti o attrezzi che permettono di maneggiare i pannelli senza provocarne la rottura o il crepamento delle parti laterali;
  • Molti tipi di pavimenti galleggianti offrono la possibilità di integrare un sistema di condizionamento sottopavimento prevedendo l’installazione di condotti d’aria sotto i pannelli: ciò migliora anche i livelli di comfort per gli utilizzatori che beneficieranno di notevoli vantaggi invisibili agli occhi.


Pavimento galleggiante prezzo per la posa

In ultimo, vi starete certamente chiedendo quale sia il prezzo medio della posa per un pavimento galleggiante. Prima di scoprirlo, occorre chiarire che il costo varia:

  • in base alla tipologia del progetto;
  • in base alla qualità del materiale;
  • in relazione alla metratura;

pavimento sopraelevato
È necessario tenere conto non solo di questi fattori quando richiediamo un preventivo per pavimenti sopraelevati. Infatti ulteriori fattori che possono causare un aumento del prezzo riguardano la manodopera, l’urgenza dei lavori e i servizi accessori che vengono richiesti al professionista (pensiamo allo smaltimento della vecchia pavimentazione, per esempio).

Il costo medio di un’installazione di questo tipo secondo le stime degli ultimi preventivi realizzati sono di circa 50,00 – 60,00 € al m2 per la struttura e di 20,00 € al m2 per quanto riguarda le piastrelle di superficie. Come detto però occorre considerare variazioni del prezzo date dai fattori sopraelencati e dalla scelta della finitura superficiale (un gres porcellanato potrà costare anche il doppio rispetto al prezzo medio di 20,00 € per le piastrelle).

Insomma se non avevate ancora preso in considerazione l’installazione di un pavimento sopraelevato galleggiante adesso avete tutte le informazioni a riguardo e potrete scegliere di usufruire dei suoi vantaggi fin da subito richiedendo un preventivo gratuito per la posa dei pavimenti sul nostro portale!

© immagini:
pixabay.com
google.it

GUARDA ANCHE: