Come eliminare i tarli usando un antitarme naturale

legno naturale

Le tarle del legno, dette anche tarle dei mobili, sono insetti che attaccano il legno.
Ad essere precisi, a rovinare i mobili, sono le larve del tarlo che per crescere si nutrono del legno, loro alimento preferito.
I tarli, nel periodo dell’accoppiamento, praticano dei fori di uscita dal legno di circa un millimetro di diametro per consentire alle femmine di deporre le uova.
Dopo circa un paio di settimane escono le larve che scavano le gallerie nel legno: esse, nutrendosi con il legno stesso, s’ingrossano e dopo altri 10 giorni diventano insetti adulti.
Alle loro spalle lasciano delle lunghe gallerie, oramai vuote e ben scavate, che rappresentano un serio pericolo per la longevità dei mobili.
La tarma, invece, è il nome comunemente utilizzato per indicare alcune specie di lepidotteri.
Le larve della tarma si nutrono di tessuti come lana, seta ed anche cotone. Per questo motivo vogliamo fornirvi 5 modi per creare antitarme naturale e mostrarvi come eliminare i tarli velocemente.

Quali condizioni favoriscono l’insediamento di tarli e tarme?

Sono 2 le condizioni che favoriscono l’insediamento dei tarli:

  • Quando l’umidità raggiunge o supera il 50%: se l’umidità è inferiore la larva può morire per essiccamento;
  • La temperatura ottimale alle larve si aggira intorno ai 22°-23°: alcune larve possono comunque resistere a temperature inferiori.

 

Ci si accorge dell’insediamento dei tarli del legno per la presenza di fori e di coni di polvere biancastra che troviamo sui piani sottostanti al mobile.
A tal proposito vi illustreremo come eliminare i tarli in maniera efficaci grazie a rimedi casalinghi del tutto naturali e molto semplici.

tarle
Di solito le tarme entrano nei nostri armadi attraverso un singolo indumento infettato. Può anche succedere che entrino dalla finestra volando, soprattutto se in casa sono presenti cabine armadio, con ambienti ampi e spesso aperti.
Si nutrono solo di fibre naturali, principalmente di origine animale, come lana, seta e pellicce, ma, in mancanza di queste ultime, non disdegnano il cotone o altre fibre di origine vegetale.
Per debellare le tarme, esistono in commercio diversi prodotti chimici che possono rivelarsi dannosi per la nostra salute. Se in casa ci sono bambini meglio ricorrere ad un antitarme naturale.

Come eliminare tarli e tarme? 5 rimedi naturali da fare in casa

Come promesso vi forniamo le informazioni necessarie per realizzare dei rimedi naturali per eliminare definitivamente questi odiosi insetti:

  • Olio essenziale di cedro: L’olio essenziale di cedro giapponese è considerato un ottimo rimedio naturale contro i tarli.
    Per preparare la miscela occorrono: 10 ml di vodka, 5 ml d’acqua e 10 ml di olio essenziale di cedro giapponese.
    Questa miscela può essere applicata sui mobili con dei batuffoli di cotone. Nel caso di armadi o cassetti, è possibile lasciare i batuffoli al loro interno per prolungare il trattamento anti tarlo;
  • Cannella: La cannella è un efficace rimedio naturale contro le tarme. Le classiche palline di naftalina possono essere sostituite da stecche di cannella o da sacchetti contenenti della cannella in polvere. Ai sacchetti possono essere aggiunte altre spezie, come i chiodi di garofano e delle foglie di alloro. Nei vostri armadi o cassetti si sprigionerà un gradevole profumo;
  • Olio essenziale di Patchouli: Acquistate in erboristeria dell’olio essenziale di Patchouli e versatene alcune gocce su batuffoli di ovatta. Posizionateli nei punti critici dei mobili per ottenere un effetto antitarme naturale;
  • Bucce di agrumi: Ricordatevi di non gettare le bucce delle arance e dei limoni se siete alla ricerca di un antitarme naturale per i vostri armadi. Lasciate essiccare le loro bucce al sole, tagliatele e preparate dei sacchetti in cui inserirle. Riponete i sacchetti negli armadi per profumarli e allontanare le tarme;
  • Legno di cipresso: Alcuni rimedi naturali contro i tarli possono risalire a tempi antichi. Per prevenire l’arrivo dei tarli nei mobili di legno, infatti, in passato venivano riposti, all’interno di essi, dei pezzetti di legno di cipresso levigati. Per trattare il legno, in modo tale da proteggerlo dai tarli, venivano impiegati olio di cedro e olio di zafferano.

tarma
Con questi 5 semplici rimedi riuscirete a sbarazzarvi dei tarli e non dovrete più temere per la vostra salute o per la longevità dei vostri mobili.
Vi ricordiamo che nel caso avreste la necessità di rimuovere definitivamente il problema tarme dalla vostra abitazione, sul nostro portale, è possibile richiedere un preventivo gratuito per disinfestazioni

© Immagini: Pixabay
Pexels

GUARDA ANCHE: