Colori e tendenze alla moda: il color glicine

color glicine costok magazine

Anche se i più tradizionalisti potranno storcere un po’ il naso, è vero ormai che da qualche anno le tendenze in fatto di colori sono in continua evoluzione.
I classici colori e le tradizionali varietà di verde, rosso, giallo e blu sono per molti soltanto un lontano ricordo. La moda è cambiata e con essa anche le tendenze in fatto di gusto sui colori si sono evolute. Lo sa bene chi ha scelto per il suo matrimonio o per arredare la propria casa il color glicine.

Qualcuno si era abbastanza stupito già quando avevamo raccontato del gran successo riscosso dalle pareti color tortora; ancora una volta crediamo che dovrà restare a bocca aperta scoprendo questa grossa novità: il colore glicine è stato il colore di maggior tendenza durante la primavera estate 2016.

Un successo che crediamo si protrarrà ancora per molto, sia sulle passerelle sia nelle case degli italiani. Pare infatti che questi ultimi stiano chiedendo sempre più agli interior design di ‘regalargli’ appartamenti moderni con colori particolari e di tendenza. E allora cosa c’è di meglio se non il color glicine?

Leggi anche | Come si ottiene il color tortora

Glicine colore dalla lunga tradizione e dai tanti significati

fiori pianta glicine




Seppur introdotto relativamente di recente dalle ditte che realizzano colori e pitture, il glicine ha una lunga tradizione ed il suo nome lo si deve al fiore dell’omonima pianta.
La lunga tradizione è dovuta proprio a questa particolare pianta, coltivata già dall’antichità nelle zone asiatiche (in modo particolare in Cina).
Questa pianta rampicante era molto utilizzata per ornare muri e recinzioni. I fiori in particolare del glicine (o Wisteria) rilasciano un gradevole e delicato profumo che assieme alla bellezza in sé della pianta ha fatto si che essa venisse ‘importata’ (pare che i semi in Europa siano stati portati da Marco Polo), utilizzata e mantenuta anche nelle culture occidentali.

Sia nella cultura Orientale che nella nostra Occidentale, il color glicine ha acquisito una forte simbologia.

Che significato ha il colore glicine?

Come il nome, anche la simbologia la facciamo derivare dal fiore della pianta omonima. Una pianta associata in principio alla femminilità ed alla sensualità. Essa ha però diversi significati in base al contesto e alla cultura nella quale è considerata.

È una tonalità di viola che secondo alcuni evocherebbe il segreto, il vuoto. Per altri rappresenta la longevità e l’immortalità: è infatti una pianta capace di vivere e prosperare anche in condizioni avverse.
Nel buddhismo è uno dei colori principali; lo si trova praticamente in ogni tempio: la pace e la tranquillità suscitate da questo fiore sono necessarie per poter onorare la divinità.

Forse però il significato più bello da associare al glicine riguarda la simbologia di questo fiore: in genere un fiore glicine può significare un ringraziamento o una richiesta di scuse. Il glicine colore è da associare in questi casi ad una grande prova di amicizia e donare un fiore di questo colore può voler ricordare o rafforzare l’amicizia tra due persone. Per molti rappresenta la fiducia ed il sentimento puro di bene provato nel rapporto d’amicizia tra due persone.

Color glicine: dalla moda agli interni delle case

Il glicine è una tonalità di viola e viene quindi ottenuta combinando il rosso e il blu ed aggiungendo le giuste quantità di bianco. Per Pantone il nome del colore è Lilac Grey.
È quindi abbastanza facile ottenere da soli questo colore che nel sistema RGB ha il seguente codice: 201, 160, 220.

Se siamo partiti dalla moda per raccontarvi il successo riscosso questa primavera-estate dal glicine, è bene dedicare uno spazio anche alla scelta del color glicine come colore per le pareti della casa.
Il glicine è una tonalità particolarmente delicata, dona come già detto femminilità e raffinatezza, ma trasmette anche un senso di tranquillità e pace all’ambiente circostante e a chi ci vive.

interni color glicine
Le numerose possibilità di abbinamento offerte da questo colore (puoi dare uno sguardo al cerchio cromatico di Itten per scoprire come abbinare i colori) hanno permesso allo stesso di non restare circoscritto al campo della moda, ma di diventare una scelta brillante ed efficace a disposizione anche degli interior design di appartamenti moderni.

Il senso di tranquillità e pace, di rassicurazione impresso dalla tinta glicine fa si che questo colore venga utilizzato per dipingere principalmente le pareti delle camere da letto.
La camera da letto deve avere di suo il classico tocco elegante e raffinato tipico femminile. Se a tutto questo uniamo il desiderio di rilassarsi e di trovare rifugio dallo stress quotidiano, il color glicine è la scelta più azzeccata per le pareti della vostra camera da letto.

Le pareti color glicine possono andare bene anche per un bagno moderno, in cui potrete rassenerarvi e dedicare tempo alla cura di voi stessi e del vostro corpo.

Ma il rifugio dallo stress e la pausa dal quotidiano la si può desiderare e trovare anche in salotto. Allora perché non scegliere il glicine? Anche in questo caso, infatti, affidarsi a tonalità di glicine può essere la scelta più azzeccata da fare. Se poi ci vengono incontro gli interior design, ancora meglio: potrete star tranquilli perché il glicine offre numerose, svariate e fantastiche possibilità di abbinamento.

Noi di CostOk vi consigliamo di abbinarlo ad un bianco o ad una tonalità di grigio (simile al tortora, ad esempio, o al color polvere).

Soluzioni alternative per la casa: arredamento di colore glicine?

La facile sintonia che si creerà tra i colori dell’arredo e le pareti color glicine vi stupiranno!
A seconda del tipo di progetto che volete ottenere e delle emozioni che intendete suscitare in voi e nei vostri ospiti, bisognerà ben abbinare i colori dell’arredo con il glicine.
Se nel caso di pareti di color glicine abbiamo consigliato il bianco e il grigio, possiamo pensare che in caso di arredamento minimal potrete ben combinare anche al contrario questi tre colori.

L’arredo di colore glicine però si può sposar bene anche con un blu scuro o un viola più accentuato: in questo caso susciteremo l’effetto della continuità e dell’equilibrio. Se poi decidessimo di dare un tocco di stravaganza e brio all’ambiente, potremmo utilizzare dei colori di contrasto come l’arancione e il giallo.

Con questo colore di tendenza, molti interior design consigliano di osare e di usare un pizzico di stravaganza per donare all’ambiente allegria ed estro e suscitare negli abitanti della casa quella spensieratezza e tranquillità che ben si sposa con il color glicine.

© immagini:
pixabay.com
google.it

GUARDA ANCHE: