Come costruire fantastiche nicchie in cartongesso

nicchie di cartongesso

Su Costok si ritorna in questo articolo a parlare di un materiale di enorme utilità per la sua versatilità, stiamo parlando del il cartongesso.
Già in articoli precedenti abbiamo visto come usare al meglio il cartongesso per arredare casa, abbiamo visto come realizzare mobili in cartongesso ed anche come realizzare una bellissima libreria cartongesso.




Oggi però concentreremo le nostre attenzioni sulle nicchie in cartongesso, un tipo di arredo molto particolare che piace molto ed senza ombra di dubbio utilissimo.
Vedremo come è facile realizzarle anche da soli e vedremo come è possibile sfruttarli in più punti della casa.

Nicchie di cartongesso: utilità ed estetica

Nelle abitazioni vecchie, le nicchie, ovvero quelle profonde rientranze rispetto al resto del muro, erano una consuetudine, data anche la profondità delle pareti di una volta.
In mancanza delle utilissime mensole e dei moderni pensili, venivano utilizzate soprattutto in cucina per appoggiarvici piatti e barattoli.

Oggi, nelle case moderne le nicchie stanno tornando di moda e crearle in cartongesso, un materiale resistente ma allo stesso tempo removibile, appare come la soluzione migliore.
In questo modo si evitano interventi murari drastici e costosi e si può facilmente rimuovere il tutto, in caso di ripensamenti.

Se per esempio c’è il bisogno di rifinire le pareti di una camera con del materiale isolante, si dovrà installare una struttura in cartongesso e si potrà dunque approfittare per scavarvi delle nicchie.
L’effetto, sarà fantastico e movimenterà una parete che altrimenti sarebbe stata piatta e assolutamente normale, basterà decorare e giocare un po’ con i colori.
Va ricordato che, su una superficie piana, le nicchie in cartongesso contribuiscono a giocare effetti di chiaroscuro molto particolari e possono essere create in qualunque ambiente della casa, dando vita ad un gioco di vuoti e di pieni originale.

Tutto questo al posto di mensole, accessori obsoleti e complementi d’arredo vari ormai scontati.
Le nicchie in cartongesso ricavate nella parete, diventano un tutt’uno con lo spazio intorno, sono nuove e soprattutto regalano un’eccezionale idea di ordine all’intera stanza.

Arredo in cartongesso: camera da letto, soggiorno e cameretta

Per una casa estremamente glamour, i più creativi potranno progettare vere e proprie pareti attrezzate e armoniose.

La nicchia si può ricavare in camera da letto, magari per realizzare una comoda cabina armadio, chiusa da ante scorrevoli,dove poter installare dei bastoni appendiabiti. Ma sempre in camera da letto sono varie le soluzioni appetibili.
Sopra la testiera del letto è possibile ricavare, in una parete di cartongesso, una lunga nicchia, che funga da comodino, dove poter appoggiare le abat-jour e libri.
Per rendere l’ambiente più moderno, le classiche lampade potrebbero essere sostituite con faretti, capaci di regalare un accento elegante e sobrio all’intera zona letto.

Nel soggiorno, si potrà pensare di realizzare una parete attrezzata piena di nicchie adatte a ospitare libri, lampade, cd, dvd, soprammobili di ogni genere e addirittura la televisione.
La scelta di posizionare delle nicchie peraltro, consente di eliminare mobili e pensili che diversamente occuperebbero molto spazio e ottenere così stanze più aperte e allo stesso tempo arredate e gradevoli.
arredo moderno
Sempre in soggiorno è possibile poi, grazie al cartongesso, realizzare ulteriori nicchie per dar luogo ad una libreria, che corre lungo la parete ,magari anche sopra alla porta , dalla forma fantasiosa e contemporanea.
Anche nella cameretta dei ragazzi o nello studio, si può utilizzare il sistema delle nicchie in cartongesso.
Queste rientranze possono permettere la realizzazione di una parete divisoria attrezzata che possa fungere da libreria con ripiani per i libri di studio.
Dipingendo poi le nicchie stesse nelle tinte apposite più vivaci, si possono realizzare veri e propri dettagli architettonici.

Come realizzare una nicchia in cartongesso fai da te

L’arte del costruire riserva sempre nuove cose da sapere e imparare, ci sono sempre nuove tecniche da imparare.
Una di queste tecniche, è quella dell’utilizzo del cartongesso, spesso adoperato per i controsoffitti e anche per i tramezzi.

Se in casa decidiamo di ottimizzare gli spazi realizzando strutture rientranti all’interno delle pareti, possiamo optare per delle nicchie, che sono utili per contenere libri, oggetti piccoli e grandi e persino orologi antichi.
Se la nostra casa è stata ristrutturata con il cartongesso o ci apprestiamo a farlo, il sistema migliore è proprio quello di realizzare una nicchia con questo materiale.

Vediamo quanto è facile realizzare una nicchia in cartongesso fai da te.

Prima cosa bisogna assicurarsi di avere a portata di mano:

  • Cartongesso;
  • Seghetto alternativo;
  • Righello;
  • Ficher;
  • Trapano elettrico;
  • Collante;
  • Mensole di legno o di vetro;
  • Reggimensole;
  • Stucco murale;
  • Garze plastificate;


Per realizzare una nicchia, abbiamo bisogno del cartongesso che possiamo tagliare con un normale taglierino oppure con un seghetto alternativo.
Se la profondità tra il pannello di cartongesso e il muro retrostante è di almeno 10 centimetri, possiamo sfruttare la nicchia per adibirla a libreria.

La prima operazione da fare è quella di prendere un righello e tracciare sulla superficie in cartongesso, il perimetro della nicchia che intendiamo realizzare.
Adesso con un trapano elettrico pratichiamo un foro su un punto qualsiasi delle linee, in modo da potervi infilare la punta del seghetto alternativo e procedere al taglio, fino ad asportare tutto il frontale del cartongesso.
Adesso ci troviamo già in presenza della nicchia che però deve essere ovviamente rifinita.
Per prima cosa ci occupiamo della parete frontale su cui sagomiamo con un taglierino, proprio il pannello appena tagliato e che fissiamo con del collante o dei ficher.

A questo punto, dobbiamo occuparci di rifinire anche i laterali interni della nicchia, per cui abbiamo bisogno di un altro pannello di cartongesso, da cui li ricaviamo e li fissiamo, con gli stessi metodi utilizzati per il frontale.

La nicchia in cartongesso da noi realizzata può definirsi ultimata ma sono inoltre necessari, dei piccoli accorgimenti di finitura.

Bisogna cominciare dalla posa delle mensole interne che possiamo fare con del vetro o del legno utilizzando gli appositi reggimensole, oppure ricavarle stesso dal cartongesso e quindi con la possibilità di renderle fisse incollandole direttamente sia ai due laterali che sul fondo della nicchia.
Infine, non ci resta che rifinire le giunture tra i vari tagli del cartongesso, sia interni che esterni.

Per questa operazione è sufficiente utilizzare delle specifiche garze plastificate, che vanno incollate nelle zone interessate e poi coperte con dello stucco murale, carteggiate e tinteggiate insieme a tutta la struttura facente parte della nicchia. Visto come è stato facile realizzare queste fantastiche nicchie in cartongesso?

Continuate a seguire il nostro magazine per ulteriori novità sul cartongesso e su altri materiali utili per la realizzazione di arredi fai da te.

GUARDA ANCHE: