Impianto di riscaldamento a battiscopa: vantaggi e svantaggi

Se hai bisogno di riscaldare la tua abitazione e cerchi un modo per risparmiare la bolletta opta per i riscaldamento a battiscopa. In questo articolo scopri come funziona il riscaldamento a battiscopa e tutti i suoi vantaggi!

Un sistema di riscaldamento innovativo e differente da quello a pavimento è il riscaldamento a battiscopa. Si tratta di un sistema radiante che è in grado di distribuire perfettamente il calore nella stanza ed è vantaggioso soprattutto perché abbatte i costi energetici. Questo sistema si sposa perfettamente nell’ambiente nel quale viene installato visto che è posizionato lungo il perimetro delle pareti esterne, quindi, all’interno del battiscopa. C’è però da dire che esistono tre versioni per questa tipologia di riscaldamento:

  • Ad acqua che ha tubature sottili in cui circola acqua riscaldata da una caldaia a gas o da pannelli solari.
  • Elettrico che Il sistema elettrico sfrutta le resistenze elettriche allacciate alla parete per produrre calore. Anch’esso può essere collegato all’impianto fotovoltaico.
  • Misto: è un sistema con tubature che resistenze elettriche. Questa tipologia di riscaldamento ha un battiscopa nel quale sono presenti delle sottili fessure dove fuoriesce l’aria calda prodotta dall’impianto.

 

Come funziona il riscaldamento a battiscopa

Il sistema di riscaldamento radiante a battiscopa consente di riscaldare qualsiasi ambiente della casa nel quale viene installato e soprattutto in tutti gli angoli della casa.
All’interno del battiscopa vengono installate le tubazioni in rame o in altro materiale altamente conduttivo. Intorno alle tubazioni sono presenti delle lamelle in ottone che sono distanti l’uno dall’altra per qualche millimetro. Si tratta in genere di due tubi contenenti aria calda in entrata ed aria fredda in uscita.


In pratica l’aria fredda che giunge dal basso della stanza si riscalda vicino ai tubi e tende a sollevarsi passando attraverso la fessura del battiscopa. La parete riscaldata per effetto dell’irraggiamento diventa un corpo radiante e quindi contribuisce alla diffusione del calore in maniera uniforme.
Il sistema di riscaldamento elettrico, invece, sfrutta le resistenze elettriche messe all’interno del battiscopa in un profilo di alluminio. In questo caso la temperatura viene regolata con un termostato o cronotermostato, oppure collegato ad un sistema di radiofrequenza.

Pro e contro del riscaldamento a battiscopa

Con il riscaldamento a battiscopa il calore è in grado di raggiungere ogni angolo nella casa nel quale viene installato. Questo sistema garantisce un ottimo risparmio energetico, soprattutto se consideriamo i pannelli solari o pompe di calore. Il costo dell’impianto si aggira attorno ai 100-150 euro per metro lineare inclusa la manodopera. Inoltre, l’installazione consente di ottenere delle detrazioni fiscali che possono arrivare fino al 75%.

Questo sistema di riscaldamento è particolarmente vantaggioso soprattutto perché:

  • Non alza polvere poiché non muove l’aria;
  • Raggiunge tutti gli angoli della casa, soprattutto quelli più umidi e soggetti a muffe;
  • Risparmio energetico fino al 30% dei costi di bolletta;
  • Non necessita di opere murarie, quindi, permette di riscaldare senza necessariamente intervenire con fori nel muro;
  • L’impianto non ha problemi di rumorosità.

Per quanto riguarda gli svantaggi del battiscopa radiante è che in spazi particolarmente grandi il calore potrebbe non coprire tutto la stanza. Inoltre, dove sono presenti mobili a parete il calore potrebbe essere occultato. Per una maggiore sicurezza nell’installazione puoi richiederci un preventivo gratuito.

© immagini:
pixabay.com
graphicstock.com
google.it

GUARDA ANCHE: