Parquet, i prezzi per la levigatura

Pavimento legno bagnato

Vuoi scoprire quanto ti costa rimettere a nuovo il tuo parquet? Scopri i prezzi per la levigatura:

Negli ultimi anni il parquet è diventato sempre più un pavimento gettonato. Questo cambio di tendenza è certamente da imputare, oltre che alla bellezza di questo pavimento in legno, alle nuove tecniche di lavorazione e posa che hanno diminuito il prezzo, talvolta proibitivo, e creato nuovi modelli e varietà di disegni applicabili anche alle abitazioni ed agli arredamenti più moderni.

  • Qui puoi consultare i prezzi medi per lavori di Parquettisti in tutta Italia. I prezzi dei parquet sono veritieri ed attendibili poiché forniti da Aziende e privati.
  • I prezzi in questione sono calcolati su lavori reali, realizzati dalle imprese registrate sul nostro portale.
  • Qui su Costok puoi cercare la categoria che ti interessa e la zona geografica di riferimento.
  • Col passare degli anni il parquet ha conquistato sempre più fette di mercato.

 




Il parquet è consigliabile sia perché caldo in inverno, restituisce un feeling unico agli abitanti della casa, sia perché con le nuove tecniche è più facile da pulire e da conservare nel suo splendore, grazie anche alle migliore apportate ai prodotti per pulire pavimento in legno. Vivere in simbiosi con la natura è una scelta sempre più gradita. E vivere in maniera naturale vuol dire anche circondarsi di materiali naturali …ed ecco che il materiale naturale per eccellenza si palesa. Il Legno, ormai utilizzato per intere costruzioni è tornato ad essere il principe dei pavimenti: il Parquet.

Attenzione però, mai come col parquet, è necessario affidarsi a professionisti che sappiano guidarci. Tante le varianti che andremo ora ad analizzare per permettere una scelta consapevole e al riparo da cattive sorprese che potrebbero rovinare definitivamente il nostro pavimento.

Le diverse essenze del legno: guida alla scelta

Qui presenteremo, in rapida rassegna, le “essenze”, ossia i diversi tipi di legno per parquet.
Le essenze includono colori, venature, sfumature che andranno poi a sposarsi col contesto abitativo.
Ma come scegliere la più adatta?

  • In ambienti poco luminosi di solito si preferiscono le essenze chiare.
  • Esistono poi determinate essenze del legno più adatte di altre per l’utilizzo in cucine, bagni ed in caso di riscaldamenti a pavimento. Per una questione di resistenza e facilità di pulizia si lasciano preferire doussiè e teak.

Scegliere il parquet non è una scelta vintage ma una scelta destinata a durare nel tempo, una scelta futurista!
Durata eccezionale, recuperabile negli anni ed eco-friendly
venatura del tronco

Quali parquet scegliere, allora? Rovere, Wengè, Teak

  • Il legno di rovere è al momento la scelta più in voga, la connotazione “nature” di questa essenza, che tende a scurirsi in maniera naturale e fisiologica ne fa un must irrinunciabile.
  • Seguono a ruota teak e Wengé:

  • il primo presenta una colorazione tendente al giallo, resistente ma tenero. La sua caratteristica migliore è la resistenza alla salsedine ed è per questo utilizzato nelle case al mare.
  • Il wengé è più delle altre una scelta di design, considerato il suo colore nero. Legno solido e resistente ai graffi.
  • Parquet e design: Doussié e Ciliegio

    Il Parquet è un pavimento certo, ma soprattutto è una scelta di design. Doussiè e Ciliegio sono due delle essenze che più di altre anelano ad essere elementi d’arredo. Colori chiari, venatura rossastra: due scelte conformi al bisogno di calore ed atmosfera.

    Tra le cose da sapere ricordiamo che il pavimento di legno è destinato a cambiare colore quando esposto alla luce del sole, quanto dipende dalla finitura e dalla cura che dedicheremo al nostro parquet e dall’umidità.
    Una volta scelto legno e tonalità bisognerà passare al tipo di parquet.

    Laminato, Prefinito o Massello? Scopriamo le differenze

    Diverse sono le tipologie di parquet ad esempio in legno massiccio, sono i parquet costituiti da uno strato in legno nobile su di una base di legno meno pregiato o su un multistrato o su un pannello di particelle a base di legno.

    Vediamoli nel dettaglio ricordandoci che la figura professionale specializzata nel trattamento e nell’installazione e riparazione del parquet è il parquettista.

    “Un parquettista esperto e professionale saprà valutare vari aspetti quali umidità, livello e composizione della pavimentazione e del terreno e consiglierà il materiale giusto. Ma anche i prodotti più indicati per la corretta manutenzione.”

    Installare il parquet non è un compito facile e perciò occorrono figure professionali di un certo livello. Meglio ancora se le aziende sono già recensite e provate da altri clienti come qui su Costok. Dopo aver studiato la superficie sulla quale avverrà la posa, il professionista scelto ascolterà le tue idee e ti proporrà varie soluzioni tra le diverse tipologie di parquet.

  • Parquet Laminato
    Parliamo del “parquet economico” composto da un supporto di fibre e colla rivestito da una sottile linea di plastica sulla quale vengono riprodotte  le varie essenze del legno stampate digitalmente. Esistono due tipi di laminato:

    • HPL (High Pressure Laminated)
    • DPL (Direct Pressure Laminated)

    Parliamo di una pavimento che racchiude poche tipiche caratteristiche del legno: non cambia di colore, non teme l’umidità, richiede pochissima manutenzione.

  • Parquet Prefinito
    Una via di mezzo, il parquet multistrato, formato da ⅔ strati in liste. Pratico nella posatura, economico e semplice da manutenere. Esteticamente gradevole. Lo stato invisibile e formato da pioppo, abete o betulla, quello visibile da essenze nobili.
  • Parquet Massello
    Il re del parquet e dei pavimenti in generale. Deve essere levigato e lucidato. Un investimento negli anni. Ovviamente più costoso anche se viene levigato ogni 10 anni circa, rendendolo praticamente di nuovo come all’origine ed eliminando le tracce di usura, le graffiature sul legno.
  • Distinzione tra tradizionale o flottante

    • Una distinzione dovuta alla diversa tecnica di installazione, che vede il parquet tradizionale più costoso e arduo da mantenere.
    • Il parquet flottante invece ha un’installazione più economica e una manutenzione più facile.

    Si è fatta inoltre strada anche l’usanza di utilizzare il parquet per esterni. Terrazze e giardini assumono così un tocco di classe e le piscine lo utilizzano perché antiscivolo.
    Gocce acqua parquet

    “I parquettisti che contatterai grazie a Costok sapranno indicarti la soluzione migliore per interni ed esterni tra i quali anche i parquet sintetici di nuova generazione che non risentono degli agenti atmosferici ed i parquet più convenienti”

    Mantenere un parquet può sembrare impresa ardua, ma solo se non hai un professionista serio a guidarti.
    I lavori più comuni sono: la carteggiatura e la verniciatura. Col passare del tempo, il parquet si consuma e scolorisce. Un parquettista è in grado di applicare il giusto rimedio in poco tempo, senza costi eccessivi.

    © immagini:
    https://static.pexels.com/photos/4690/drops-drops-of-milk-floor-milk.jpg
    https://static.pexels.com/photos/6961/wood-water-macro-olivia-henry.jpg
    https://static.pexels.com/photos/1765/wood-tree-grain-fallen.jpg

    GUARDA ANCHE: