Pavimenti in laminato una valida alternativa al parquet in legno

pavimento laminato

Quando si comincia a progettare una casa o si ha in mente di fare una ristrutturazione, scegliere il giusto pavimento non è mai facile e questo perché bisogna considerare vari fattori che riguardano sia l’aspetto estetico e la resistenza sia la facilità di pulizia. Una soluzione che abbraccia un po’ tutti questi fattori da prendere in considerazione sono i pavimenti laminati.

Sicuramente affidarsi ad una persona qualificata è la scelta migliore per avere consigli su quale colore scegliere, sul materiale da utilizzare e anche sulla tipologia di pavimento. In linea generale possiamo affermare che il pavimento laminato è la soluzione ideale per dare una nuova immagine alla propria casa ed è adatto ad ogni tipo di esigenze.

Il laminato ha un aspetto simile al parquet di legno dal punto di vista estetico ma è composto da una serie di lastre le quali si ottengono dal mescolamento delle polveri in legno con altri materiali. Grazie alla facilità di montaggio e alla resistenza del laminato, i pavimenti di questo materiale potrebbero essere la scelta giusta all’interno della vostra abitazione. In questo articolo illustreremo tutti i pro di avere un pavimento laminato per consentirvi di fare una scelta consapevole.

Caratteristiche e tipologie dei pavimenti laminati

I pavimenti in laminato sono composti da diversi strati di vario spessore. In particolare, il laminato è formato da:

  • Controbilanciatura: si tratta dell’ultimo strato del livello ed è composto da un materiale plastico ideale per rendere il laminato molto resistente;
  • Pannello HDF: questo pannello è posto sopra la controbilanciatura ed è una fibra in legno e resina;
  • Decoro: si tratta di un foglio illustrativo che è capace di riprodurre le venature tipiche del legno;
  • Overlay: è l’ultimo strato del pavimento e funge da strato protettivo del pavimento.

Per quanto riguarda le tipologie, questi pavimenti si raggruppano in due macro categorie:

  • Laminato HPL: è un pavimento maggiormente resistente in cui la pressatura avviene in due fasi di lavorazione. Questo rende il pavimento molto stabile e duraturo nel tempo;
  • Laminato DPL: si tratta di una tipologia di pavimento in cui il laminato subisce soltanto una fase di lavorazione. Questo rende il pavimento meno resistente agli urti.

Vantaggi dei pavimenti in laminato

I pavimenti in laminato sono la scelta giusta per chi vuole ricreare uno stile elegante ma, allo stesso tempo, puntare al risparmio. Infatti, questi pavimenti hanno un costo più basso rispetto al parquet in legno tradizionale. Il prezzo è contenuto anche perché esso può essere installato sopra ad un pavimento già esistente applicando un sistema di posa flottante.

Un altro vantaggio del pavimento in laminato è la facilità di manutenzione e la sua elevata resistenza al calpestio e ai graffi e questo perché sulla superficie presenta uno strato trasparente impermeabile.
L’unico svantaggio di questa tipologia di pavimento è la scarsa resistenza alle elevate temperature. Quindi, il nostro consiglio è di proteggerlo da fonti di calore come stufe e dal camino.

Come pulire il pavimento in laminato

La pulizia di questi pavimenti è molto semplice. Il nostro consiglio è quello di utilizzare l’aspirapolvere per eliminare la polvere accumulata. Inoltre, per una migliore pulizia si può usare anche un panno elettrostatico che, con una sola passata, è in grado di catturare la polvere.
Se sono presenti macchie sul pavimento, invece, consigliamo di utilizzare un panno imbevuto con un sapone neutro. Per non rovinare il pavimento sono sconsigliatissimi composti chimici in quanto possono rovinare il pavimento.