Scopriamo l’ mdf cos’è e come utilizzarlo

mdf cos è

Nell’articolo odierno su Costok parleremo di un materiale molto utilizzato negli ultimi anni in edilizia ovvero l’mdf.
Abbiamo già trattato qualche volta quest’argomento. Di recente abbiamo descritto come realizzare una libreria mdf, prima ancora avevamo presentato in generale questo materiale, ma adesso siamo pronti a vedere nello specifico l’mdf cos’ è ed anche come utilizzarlo.



style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-2190826148863249"
data-ad-slot="3955112618">

Mdf cos’è: entriamo nel dettaglio

L’ mdf è il più diffuso della famiglia dei pannelli di fibra, comprendente tre categorie distinte in base al processo impiegato e alla densità:

  • bassa (LDF);
  • media (MDF);
  • alta (HDF);



L’operazione può avvenire attraverso due diversi procedimenti: per via secca e per via umida.

L’MDF è ottenuto con fibre di legno pressate insieme a resina o colla ad alte temperature, producendo così un materiale molto molto resistente.
Questo composto in seguito viene poi ricoperto con una patina per dare una finitura liscia.
Esso è utilizzato in particolare per decorazioni d’interni, ma anche nella costruzione di grandi magazzini, uffici, pannellature, boiserie.

Mdf, come utilizzarlo?

Prima di vedere la differenza tra mdf e compensato, poiche le persone spesso confondono i due prodotti tra loro pur essendo abbastanza differenti, andiamo a vedere come utilizzare l’mdf.

Dopo aver spiegato ai lettori l’mdf cos’è vediamo ora come utilizzare l’mdf al meglio.

L’MDF viene preferito al compensato per realizzare mobili e armadi perché è più facile da tagliare per la composizione delle varie parti di un mobile.
Viene spesso usato come rivestimento per pareti e coperture isolanti ed ha tra le sue caratteristiche principali un’ottima capacità di insonorizzazione.

I pannelli di MDF sono utilizzati anche nella struttura interna delle porte e come pareti divisorie da ufficio.
Grazie al peso specifico MDF elevato nello stato esterno, i pannelli mdf in fibra di medio spessore possono essere impiegati grezzi o rivestiti per la costruzione di mobili
e per l’allestimento di pregio degli spazi interni, consentendo la finitura personalizzata dei bordi o il trattamento nella superficie.

Le caratteristiche principali dell’mdf sono:

  • Profilatura ottimale;
  • Elevata resistenza alla trazione trasversale;
  • Elevata resistenza dei bordi;
  • Ottimi profili di spessore;
  • Struttura fibrosa uniforme;
  • Elevata qualità superficiale;
  • Resistenza statica elevata;
  • Basso grado di rigonfiamento;


ponte mdf

Mdf o compensato: le differenze tra i due prodotti

Come già anticipato nel paragrafo precedente, spesso mdf e compensato tendono ad essere confusi dalle persone. Essi però sono due prodotti completamente diversi tra di loro non solo per caratteristiche ma anche per il modo in cui vengono utilizzati.

È bene vedere allora più nello specifico le differenze tra loro.

La differenza tra i due materiali sta nella dimensione del legno impiegato: il compensato è costituito da pezzi solidi di legno, mentre l’MDF è composto da un agglomerato
di fibre di legno.

Come già visto, l’MDF viene preferito al compensato per realizzare mobili e armadi perché è più facile da tagliare per la composizione delle varie parti di un mobile. Anche se verniciare MDF è una cosa necessaria per abbellire queste realizzazioni, come spiegato qui.

Il compensato invece è spesso usato come materiale di rivestimento per pareti e soffitti, ma anche come base per la posa di pavimentazione in quanto fornisce una superficie ideale per dare una superficie piana di base.

Tra MDF e compensato, è il secondo ad essere generalmente più resistente. È un materiale che resiste all’acqua, utilizzabile in applicazioni sia per esterni che per
interni.
L’MDF non sempre resiste all’acqua ma è abbastanza forte per resiste agli urti senza ammaccature e screpolature.
Di conseguenza è una materia più facile da lavorare rispetto al compensato perche non ci sono nodi che impediscono tagli o forature; può anche essere facilmente dipinto.

Esistono poi diverse qualità di compensato ed MDF. Esse sono divise in base alla qualità del legno utilizzato.

Vediamo come si dividono entrambi i prodotti ovvero:

  • Il compensato di categoria A ha una superficie levigata ed è privo di nodi. I difetti sono pochi e laddove ci siano sono stati corretti con stucco. Si tratta di un
    compensato che può essere verniciato;
  • Il compensato di categoria B è liscio ma presenta più riparazioni e può avere nodi fino a 2 centimetri di dimensione;
  • Il compensato di categoria C ha diversi difetti che sono stati corretti e nodi nodi fino a 4 centimetri di diametro. Questo tipo di compensato può avere la superficie
    non perfettamente levigata;
  • Il compensato di categoria D è molto ruvido, i difetti non sono stati corretti e i nodi presenti sono più grandi, la superficie non è liscia e può essere macchiata.
    Questo tipo di compensato è generalmente usato come base per pavimentazione o isolante per le pareti;


I pannelli in MDF si dividono in bassa, media e alta densità e nello specifico le differenze sono:

  • Quelli di bassa densità sono leggeri e sono adatti per realizzare strutture interne, perché suscettibili a umidità;
  • I pannelli in MDF a media densità sono più resistenti all’umidità rispetto ai precedenti e possono essere utilizzati sia per gli esterni che per gli interni, ma non
    hanno la stessa resistenza dei pannelli ad alta densità;
  • l’MDF ad alta densità è un materiale molto resistente e non soggetto all’umidità;


Il listellare mdf

listellare mdf

Vogliamo chiudere in nostro articolo parlando di un altro prodotto realizzabile in mdf che sta riscuotendo un elevato successo esso è il listellare mdf.

Il Listellare ricoperto MDF, come dice il nome stesso, non è altro che un listellare di pioppo sulle cui facciate è stato incollato uno strato di mdf di circa 2 mm di spessore.
Questa sua caratteristica nasce dall’esigenza di avere un prodotto perfetto per la laccatura, come il MDF, ma leggero e durevole come il listellare.
Indicato per ante e strutture di grosse dimensioni o che debbono sopportare notevoli solleciti (per esempio ripiani di librerie) destinate alla laccatura. Utilizzato anche per finte murature oppure successive nobilitazioni.

Prossimamente ritorneremo sull’argomento MDF perché molto in voga, per cui continuate a seguire i nostri articoli e ricordatevi che sul nostro portale è possibile richiedere preventivi gratuiti e senza impegno!

© immagini:
pixabay.com
google.it

GUARDA ANCHE: