Soggiorno rustico : soluzioni e consigli

Con questo approfondimento vogliamo fornirvi soluzioni e consigli utili nel caso vogliate arredare il soggiorno sia in stile rustico sia soggiorno in arte povera!
Arredare il proprio soggiorno in stile rustico è senz’altro un’ottima soluzione per chi ricerca un ambiente caldo e familiare. Infatti, l’uso di materiali assolutamente naturali è molto in voga soprattutto tra chi ha nostalgia dello stile antico, passato; probabilmente come quello che si ritrovava nella casa dei nonni o di parenti lontani.
Lo stile rustico si adatta bene alle case di montagna e di campagna. Difficilmente, invece, capita di imbattersi in un arredamento di questo genere nelle case di città.

Nel caso in cui, la vostra casa sia arredata modernamente, non sarà impossibile trasformarla e donare un tocco di rustico all’ambiente.
Per donare un tocco rustico al vostro soggiorno moderno, potete sfruttare la possibilità del mix tra dettagli rustici e dettagli moderni, donando così, alla vostra living room, un aspetto antiquato.

Quando acquistate i mobili, prima di tutto, date un’occhiata nei mercatini dell’usato; molto spesso si trovano tanti complementi d’arredo vintage, ricchi di storia, che saranno perfetti per il vostro soggiorno. Sfruttate la possibilità di aggiungere ulteriori accessori in legno grezzo, magari recuperando una vecchia cristalliera o un tavolino. Non dimenticatevi di farli sbiancare per rimuovere gli elementi scuri. Adornate con candele e poltrone di cuoio, tipiche degli ambienti rustici. Non dimenticate, infine, un vecchio tappeto a terra.

rustico




Come arredare un soggiorno rustico

Il primo fondamentale elemento per ricreare un’atmosfera rustica è, senza dubbio, il legno naturale nelle sue differenti varianti di colori.
Per il pavimento, potete optare per un parquet dai toni chiari. Infatti utilizzarne di particolarmente scuri, potrebbe essere controproducente perché richiederebbe un accostamento di mobili e complementi sulle stesse tonalità e potrebbe rendere l’ambiente pesante e troppo carico.
Se non intendete spendere una fortuna, potrete sempre optare per la soluzione intelligente del gres porcellanato effetto parquet.

Molto adatto per questo stile, è la sistemazione in un angolo della stanza di un caminetto in pietra, allestito in modo grezzo.
Per le pareti scegliete dei colori chiari come:


Per il mobilio propendete per uno stile abbastanza classico. Posizionate un grande divano in pelle marrone ed un paio di poltrone, se lo spazio ve lo consente. Anche i complementi di arredo richiedono l’uso del legno.
Per le tende rimanete sempre sui toni chiari ed evitate di creare troppo contrasto con l’ambiente circostante.
Riprendete questi colori per scegliere dei cuscini monocromatici da posizionare sul divano e sulle poltrone.
Se siete ancora in fase di progettazione e le pareti sono molto alte, potete anche valutare l’opportunità di disporre sul soffitto delle travi a vista.

arte-povera

Arredare in stile arte povera

Adesso come anticipato in apertura vediamo come arredare un soggiorno arte povera.
Partiamo prima di tutto con una spiegazione di ciò che significa arredare in stile arte povera. Questa spiegazione è d’obbligo in quanto, molto spesso, questo stile crea confusione tra i meno esperti del settore.
Arredare in stile arte povera vuol dire scegliere per la propria casa un look caldo, proprio come quello rustico.
Si chiama arte povera ma non ha niente a che fare con mobili scarni, poco pratici e minimalisti.
L’arredamento di questo stile è in legno, proposto nella sua variante e nelle finiture tipiche, dove le venature naturali la fanno da padrone.

Se prima arredare casa con questi mobili tradizionali era una tendenza, oggi, è uno stile che piace a pochi, agli appassionati degli ambienti caldi ma soprattutto a coloro che adorano l’alto artigianato.
Solitamente, questo stile è scelto per arredare le taverne, poiché considerate ambienti rustici.
Nelle case che adottano questo stile il soggiorno avrà divani imbottiti molto sontuosi, il mobile per la tv e libri.

Nel salotto sarà utilizzato lo stesso legno importante della sala da pranzo e qualche piccolo complemento che non fa di certo male, come un tavolino modello fagiolino, che ricorda un comodino ma con piedi ricurvi e gambe alte.
Ricordate, infine, che se scegliete di arredare casa in stile arte povera, dovete assolutamente preferire pavimenti e pareti dai colori chiari. I mobili antichi, infatti, tendono a scurire l’ambiente, per questo è bene giocare sui contrasti e sfruttare una buona luminosità naturale ma anche artificiale.

© immagini:
pixabay.com
google.it

GUARDA ANCHE: